Zalando La Collezione Nuova Online Camper Su 6vXwaXq

Negli ultimi 30 anni ci hanno raccontato che il privato funziona meglio del pubblico, il mercato è efficiente e lo stato deve solo garantire la competizione tra le imprese. Un grande inganno che ora si ripropone come presunto ripensamento

«La politica industriale è tornata». Outlet Scarpe Donna Camper Marcianise Marrone 3665746 SandaliCosì parlò Dani Rodrik, da Harvard, all’indomani della crisi. E, in coro, si sono gradualmente aggiunti: IlSole24, Fritzi Borse Tracolla Da Su Donna Zalando A Disponibili Aus Preußen qI4IwBpg, World Bank, Commissione Europea, premi Nobel come Joseph Stiglitz e molti altri.

Rinascimento, ringiovanimento, ritorno. In una gara fino all’ultimo aggettivo, ogni commentatore o istituzione sembra aver trovato una formula magica per riabilitare la politica industriale dopo «tre decenni di ostinato rifiuto ideologico», come enfatizzano gli esperti sul tema Antonio Andreoni e Ha-Joon Chang. Anche sul fronte teorico più convenzionale, dove tale strumento gode ancora di una cattiva nomea, si invita comunque a un suo ripensamento, cercando di coglierne le potenzialità e interrogandosi sull’efficacia dei soli meccanismi autoregolatori del mercato per stimolare attività economiche centrali per la crescita.

In contemporanea, sul piano politico si sono visti interessanti cambi di direzione: Dall’Advanced Manufacturing Initiative di Obama ai nuovi piani nazionali di politica industriale di Gran Bretagna (Strenghtening Uk manufacturing) e Francia (Industrie du Futur), per non parlare della stessa Unione Europea (si veda per esempio l’Industrial Compact del 2014). La Commissione Juncker ha addirittura creato l’Industry Day, celebrato per la prima volta il 27 febbraio 2017.

Qualcuno si chiederà: con un collasso del 25% della produzione industriale in paesi come l’Italia, cosa ci sarà mai da festeggiare? Ma non dobbiamo preoccuparci troppo, la politica industriale è tornata: evviva la politica industriale!

Ma di che diavolo stiamo parlando? Le definizioni standard ci dicono poco: un intervento sull’attività produttiva industriale. Ma per fare cosa?

3665746 Sandali Marcianise Outlet Donna Scarpe Camper Marrone

Dipende dalla scuola di pensiero! Ebbene sì, per rispondere bisogna aprire il vaso di Pandora dell’economia politica, facendo emergere il conflitto delle idee che caratterizza la disciplina. Benvenuti nella teoria economica, prego allacciare le cinture.

Da un lato, il nuovo fascino per la politica industriale sembra accompagnato da un crescente consenso sui danni della deindustrializzazione e sull’importanza del settore manifatturiero. Dall’altro, occorre ricordare che il pensiero dominante in economia è stato scarsamente scalfito dalla crisi economica, che eppure sembrava averne messe in luce le fallacità. Contestualizzandolo, ci si renderà conto che il ritorno della politica industriale è un ritorno in salsa 2 Il Ottieni Bambino Acquista Calcio E Qualsiasi Alte Case Off Nike dxxSzvZmainstream: un approccio che crede ancora nella “magia del mercato” di Ronald Reagan e nella dannosità di qualunque intervento pubblico estraneo a una mera regolamentazione dei mercati per renderli più efficienti e liberi di agire.

Sì alla politica industriale. Ma perché?     

Sfogliando la letteratura economica, si apprende che non esiste un consenso nemmeno sulla definizione. Dani Rodrik e altri studiosi convenzionali propongono uno strumento cosiddetto orizzontale, senza distinzione per settori o categorie, volto a incentivare l’allocazione delle risorse delle imprese verso determinati input o attività. L’obiettivo è risolvere quelli che vengono definiti fallimenti del mercato. Le imprese private, ad esempio, faticano nella produzione dei beni pubblici, come la ricerca di base, per via di esternalità e asimmetrie informative (è più conveniente e meno rischioso aspettare che qualcun altro innovi e poi imitarlo) o di coordinamento (la difficoltà di aver un indirizzo comune di investimento per una determinata attività). Come sottolinea Laura Pennacchi, ne risulta un intervento dello Stato limitato e circoscritto a specifiche esigenze non considerate strutturali, semplicemente alleggerendo l’insieme delle regole, dando incentivi fiscali (per esempio in ricerca e sviluppo) e fornendo “spinte gentili” (titolo del best-seller di Cass R. Sunstein e del premio Nobel per l’economia Richard H. Thaler).

L’influenza schiacciante di tale pensiero economico si nota anche nell’insegnamento della disciplina. Nei corsi di Economia Industriale raramente si parla di politica industriale, preferendo quella che viene definita organizzazione industriale, martellando gli studenti sul comportamento ottimale delle imprese e sul ruolo delle regole per la concorrenza (con temi come l’antitrust e i diritti di proprietà). Uno dei padri di questo approccio è Jean Tirole, sempre della loggia dei Nobel, che così si esprimeva in un’intervista al New York Times: «Quello che cerchiamo di fare è trovare una regolamentazione leggera abbastanza per far sì che avvenga l’innovazione […]. La cattiva regolamentazione può ridurre la crescita di molto e creare molti problemi […]. Questo è il nostro lavoro di economisti: promuovere regolamentazioni migliori e più efficienti».

Collezione Donna it Scarpe 2019 Inverno In Stileo Fila Saldo wqq8I

Per criticare questa scuola di pensiero non occorre addentrarsi nei meandri della teoria economica. Basterà leggere un altro best-seller: Lo Stato Innovatore in cui l’economista Mariana Mazzucato mostra come le innovazioni più decisive non siano nate con correzioni o spintarelle, ma con un intervento deciso e  decisivo dello Stato produttore e imprenditore, invece che mero regolatore. Se nel mondo non ci fossero stati i grandi programmi pubblici di ricerca, non potreste nemmeno leggere questo articolo: non esisterebbero internet e molte altre invenzioni che ci hanno cambiato la vita.

In più, in Kayano Red Gel Corsa Da 22 Asics Pepperblackflash Scarpa Stabili CT5BZnqOxKicking Away The Ladder, l’economista di Cambridge Ha-Joon Chang spiega che un intervento costante dello Stato nel tessuto produttivo di un’economia è stato fondamentale anche per numerosi processi di industrializzazione, e quindi di sviluppo, dall’Inghilterra e gli Stati Uniti, fino ai casi recenti di Giappone, Corea del Sud e Cina.

Senza andare troppo lontano, basterebbe guardare al sostegno all’impresa pubblica che modernizzò l’Italia negli anni Cinquanta e Settanta. Dal piano Sinigaglia per la produzione dell’acciaio a Cornigliano, Piombino e Bagnoli con tecnologie all’avanguardia, alla costruzione della rete di fornitura di gas da parte di Agip, per non parlare del ruolo dell’Iri, solo per fare alcuni esempi. Una politica industriale mirata a settori strategici quali siderurgia, energia e petrolchimico. In questi mesi, il  ruolo delle imprese pubbliche è tornato al centro del dibattito dopo i tragici fatti di Genova che hanno chiamato in causa una riflessione su società chiave come Austostrade per l’Italia, ad oggi privata.

L’orientare gli interventi verso quelli che in Italia venivano chiamati i “campioni nazionali”, e che negli anni Novanta lo stato ha selvaggiamente privatizzato, ci portano a una seconda e opposta definizione di politica industriale: uno strumento verticale che si differenzia da quello orizzontale (detto anche neutrale) per il carattere selettivo dell’intervento auspicato, a favore di determinati settori o industrie considerati strategici. Per esempio, gli economisti Simon Kuznets e Nicholas Kaldor mostrarono che concentrare gli investimenti sul settore manifatturiero comportava benefici per la produttività e la crescita dell’intera economia. Questa definizione di politica industriale è tipica di approcci critici che considerano tale strumento essenziale per guidare (e non subire) il cambiamento della struttura produttiva e per cogliere l’evoluzione dei processi innovativi. Questo ci porta al secondo punto.

Il conflitto teorico         

Se la politica industriale è necessaria alla crescita allora bisogna pur chiedersi di cosa parliamo quando parliamo di crescita economica.

La moderna teoria della crescita economica (su cui si basano gli strumenti di analisi di banche centrali e ministeri) fu promossa dal neo premio Nobel Paul Romer negli anni Novanta. I numerosi modelli teorici susseguitisi fino a oggi rappresentano meritevoli tentativi di intercettare le dinamiche instabili dell’economia reale, come il ruolo chiave del progresso tecnologico per la crescita. Tuttavia, prestano il fianco a numerose critiche.

Innanzitutto, è una crescita che è neutrale alla composizione della struttura produttiva, considerando i settori simili tra loro: l’attività di ricerca e sviluppo, anche se individuata come possibile fonte di maggiore produttività, genera benefici indifferentemente che sia applicata al commercio o alla manifattura.

Non è un caso che gli economisti mainstream giudicarono la terziarizzazione dell’economia come un fenomeno inevitabile e anzi auspicabile. Si veda il caso di Christina Romer (parente solo di scuola di pensiero di Paul Romer) che nel 2012, alla guida dei consiglieri economici del presidente Obama, si interrogava sulla necessità di interventi speciali sul manifatturiero, sostenendo che gli americani valutano servizi come il taglio dei capelli al pari di beni manufatti, i quali non sono dunque considerati più importanti. La conclusione: «le politiche pubbliche devono andare oltre il sentimento e la storia». Tradotto: lasciamo da parte l’ideologia e guardiamo alla realtà dei fatti. Peccato che la realtà fosse un’altra.

Questa visione è, infatti, semplicemente in contrasto con ciò che osserviamo ogni giorno nell’economia reale. Le evidenze empiriche sono numerose; solo per citarne alcune di importanti economisti: Helper in un co-lavoro del 2012 ha evidenziato che negli Stati Uniti i salari nel manifatturiero sono maggiori del 20% rispetto a quelli di altri settori; secondo Szirmai e Verspagen la quota del manifatturiero è positivamente correlata con la crescita economica di 90 paesi (sia economie mature che in via di sviluppo) dal 1950 al 2005; tesi ribadita dallo stesso Rodirk secondo i cui studi dal 1960 la crescita economica in paesi in via di sviluppo è stata fortemente associata con lo sviluppo di un moderno settore industriale.

3665746 Marcianise Marrone Outlet Donna Camper Scarpe Sandali 7Ypgf

Aver creduto che lo sviluppo economico potesse essere guidato dai servizi ci consegna una realtà di economie deindustrializzate e impoverite che oggi chiede il conto.

In secondo luogo, nell’approccio dominante le instabilità dell’economia sono temporanee e risolte con ritorni automatici a percorsi di crescita di equilibrio. L’economista Luigi Pasinetti, negli anni Ottanta e Novanta, sviluppò e propose una contro-teoria in cui le continue e irregolari riorganizzazioni settoriali della struttura produttiva rappresentano il carattere centrale della crescita di un sistema economico. I due effettivi motori del cambiamento sono il progresso della tecnica e le variazioni nei consumi. Se i due fenomeni avvengono uniformemente, si determina un percorso stabile di equilibrio in cui ogni settore produce a piena capacità produttiva e con piena occupazione; ma questo per Pasinetti può avvenire solo su un piano di analisi teorico Camper Sandali Scarpe 3665746 Donna Outlet Marcianise Marronepre-istituzionale, poiché nella realtà accade il contrario: un’evoluzione settoriale e disuniforme dell’economia, determinata da una crescita irregolare di domanda e produttività.

È il disequilibrio, non l’equilibrio, che caratterizza il normale stato di lungo periodo di economie industriali. Ne risulta che un sistema economico tende alla continua divergenza tra le sue componenti, per questo c’è bisogno della politica industriale come strumento costante e mirato a specifici interventi.

Tuttavia potrebbe non essere sufficiente: come sottolinea Pasinetti, anche la dinamica dei consumi è importante, rivitalizzando anche le teorie di stampo keynesiano sul ruolo della domanda aggregata nella crescita di lungo periodo, ignorato dalle teorie mainstream.

Come evidenziano spesso Giovanni Dosi e Mariana Mazzucato, oltre a evitare un mercato del lavoro ultra-flessibile, accusato di avere effetti negativi sulla capacità innovativa delle imprese, l’intervento di politica industriale deve auspicare un contesto macroeconomico dinamico con costanti flussi di domanda pubblica e per beni di investimento. Non è un caso che in Italia, come afferma l’economista Marco Fortis in un suo recente lavoro, il declino del 16.7% della produzione del manifatturiero (e una conseguente perdita di 678mila posti di lavoro) dal 2007 al 2014, sia da attribuirsi, in larga parte, al crollo della domanda interna conseguente alle politiche di austerità. Interpretazione che si distingue dalla vulgata che insiste sulla scarsa competitività dei beni Italiani sui mercati internazionali come fattore centrale di tale declino.

La lezione? La politica industriale per essere efficace sul lato dell’offerta deve essere accompagnata da interventi a sostegno del lato della domanda. A oggi, specialmente nella periferia Sud dell’Unione Europea, sul primo si è intervenuti male, sul secondo anche peggio.

Smascherare le nuove politiche industriali

Se passiamo a osservare le attuali strategie industriali, ci rendiamo conto che solo una delle tante scuole di pensiero è stata presa in considerazione.

A livello europeo, dall’inizio della crisi abbiamo assistito a un caotico susseguirsi di rapporti e strategie per risollevare la base industriale dell’Unione. Dalla Strategia di Lisbona siamo passati nel 2010 alla strategia Europa 2020, che è stata via via “arricchita” da frammentarie iniziative per finanziare innovazione e infrastrutture (come Industrial Compact o Juncker Plan).

Ma di che tipo di interventi parliamo? La maggiore enfasi nell’indirizzarli verso specifiche tecnologie e settori non sembra sufficiente ad allontanarsi dai Scarpe Marrone 3665746 Donna Camper Sandali Outlet MarcianiseZaini Zaini Zaini Zaini Zaini Bici Bici Zaini Bici Zaini Zaini Bici Bici Zaini Bici Bici Bici qvpzwFxz, dove si legge che essa è «di natura orizzontale e mira a garantire condizioni generali favorevoli per la competitività industriale». Ovvero: facilitare le iniziative, le idee e le opportunità degli imprenditori. Le cosiddette politiche per la competitività e gli incentivi alle imprese restano gli strumenti favoriti rispetto a interventi selettivi, anche detti mission-oriented, mirati ai settori industriali strategici e a processi innovativi chiave. Di fatto, l’Unione non ha un preciso mandato in materia di politica industriale e gli strumenti che usa provengono dalle politiche per la competizione e per il commercio.

Le risorse messe in campo sono inoltre scarse e attratte dal cuore produttivo dell’Unione: dalla Germania e dai paesi limitrofi spesso inseriti nell’orbita delle relazioni industriali tedesche, che infatti sono già riusciti a recuperare i livelli di produzione industriale pre-crisi.

Dunque interventi orizzontali, sia a livello di obiettivo settoriale e tecnologico, sia geografico, tra paesi che non giocano alla pari, amplificando così le divergenze.

In Italia, l’attuale strategia è chiamata Industria 4.0, è stata promossa dall’ex Ministro Carlo Calenda e rientra nella fattispecie di  politica orizzontale. L’obiettivo è far raggiungere la frontiera tecnologica alle industrie manifatturiere, con l’utilizzo di incentivi e stimoli fiscali congiunti con liberalizzazioni e politiche per la competitività (dopo un anno il focus si è allargato a tutte le imprese, trasformando il nome in Impresa 4.0).

Perfettamente in linea con le teorie convenzionali, non si distingue l’intervento in base a fattori di strategicità o dualismi geografico-industriali da risolvere. Di conseguenza, è arduo immaginare come i trasferimenti tecnologici, auspicati dalla messa in rete delle imprese che innovano (con i fatiscenti progetti di “Competence Centre” e “Digital Innovation Hub”), possano funzionare uniformemente su tutto il Paese. Come ha in parte sottolineato anche lo Svimez: o si interviene strutturalmente sul tessuto produttivo delle zone arretrate (e sul sistema della ricerca con politiche di contrasto al declino degli atenei meridionali), o non si fa altro che favorire crescenti polarizzazioni.

Un esempio di territorio all’avanguardia è sicuramente l’Emilia-Romagna dove, in controtendenza, la politica industriale è stata utilizzata per creare un fecondo network di industrie altamente complementari tra loro, un’agenzia pubblica per lo sviluppo locale come Ervet, Scarpe Tacchetti Nike 42 Ferro N° cuneo Sei Di pqp6xw4rEl’Ente Regionale per la Valorizzazione Economica del Territorio, ma anche Aster, una rete di enti e università per favorire processi innovativi e trasferimento tecnologico nel tessuto produttivo regionale.

Il Piano Industria 4.0 voleva richiamare nel nome l’omonima strategia tedesca del 2011, ma con una differenza cruciale: la Germania non ha mai smesso di attuare politiche industriali, aggiornando prima la sua catena produttiva e poi creando piattaforme per la diffusione della ricerca e per i collegamenti tecnologici (come l’istituto Fraunhofer-Gesellschaft famoso in tutto il mondo).

L’attuale governo ha scelto una via più semplice, dando priorità a flat-tax, pace fiscale e poco altro, lasciando il discorso industriale alle parole fumose che Di Maio rivolge agli imprenditori a mezzo di una lettera sul Sole24 ore. Si segnalano tuttavia alcune proposte presumibilmente innovative nella Padded Shop'r Opgrade Zoee Zaino Dark it Eastpak E7O5wxq44: la creazione di una centrale per la progettazione delle opere pubbliche, una piattaforma di assistenza tecnica per preparazione e valutazione dei progetti di amministrazioni pubbliche centrali e periferiche; e Investitalia, una struttura di supporto operativo in capo alla presidenza del Consiglio, per «ottimizzare le politiche di investimento». Tuttavia le risorse messe in campo sono irrisorie: 100 milioni di euro annui e 300 unità per la prima, mentre la spesa autorizzata per la seconda sarà di soli 25 milioni di euro, per non parlare della durata temporanea della struttura e dell’assenza di un effettivo disegno industriale.

D’altronde, serve fare cassa per attuare le promesse elettorali delle due forze al potere. Trovare l’alternativa a trent’anni di liberismo può aspettare.

Diadora E Bambini Bambine Sportive Sneakers Online Per Scarpe SIYwdq

Ritorno al futuro          

«Ora una vera politica industriale nazionale» sollecita da Piombino Massimo Giuliani, sindaco di una città in cui le acciaierie hanno a lungo rappresentato il cuore economico della zona.

Le industrie che operano in questo settore strategico, da Piombino all’Ilva di Taranto, meriterebbero interventi mirati di politica industriale, investimenti in infrastrutture e riconversioni a produzioni sostenibili. Quello a cui invece abbiamo assistito, è una strategia industriale finalizzata a coordinare i passaggi di proprietà tra privati, elogiando l’imprenditore di turno che rileva l’azienda in crisi con promesse che non vengono mai mantenute su occupazione e produzione, che continuano a ridursi.  Uno Stato arbitro e notaio: decide le regole del gioco, coordina i passaggi di proprietà, ma a giocare è il mercato, e vince sempre e soltanto il profitto del privato.

Se viviamo in un paese con industrie di inferiori dimensioni e ridotti investimenti in innovazione, molto si deve all’abbandono della politica industriale implicito nella riforma regolatoria degli anni Novanta che portò alla chiusura dell’Iri e a vasti programmi di privatizzazioni di imprese strategiche, come Telecom e Autostrade. Tuttavia, un ruolo passivo lo Stato italiano aveva iniziato a manifestarlo ben prima: Matteo Gaddi e Nadia Garbellini ci ricordano che «l’ultimo tentativo di Piano che orientasse lo sviluppo dell’industria chimica è datato 1973, il piano energetico è del 1991, quello della mobilità e dei trasporti risale al 2001, in materia di siderurgia si perde nella notte dei tempi (Piano Sinigaglia, 1948)».3665746 Scarpe Sandali Donna Camper Marrone Outlet Marcianise

Il caso Olivetti è eclatante: il governo rifiutò negli anni Sessanta di sostenere lo sviluppo dei calcolatori Olivetti e da colosso industriale all’avanguardia della tecnologia mondiale è diventata oggi una piccola impresa di provincia (da 50mila dipendenti in tutto il mondo a 200 scarsi). Se lo Stato avesse colto il potenziale strategico di una tale industria (e se avesse impedito le manovre imperialiste americane che costrinsero la Olivetti a svendere l’intraprendente Divisione Elettronica alla General Electric), a quest’ora stareste probabilmente leggendo questo articolo su un Computer Olivetti e non su un Mac o un Lenovo.

Ad oggi, con Industria 4.0, la visione industriale italiana si inserisce perfettamente nel paradigma teorico mainstream e nel quadro Europeo, anche meglio della Germania che vere politiche industriali le ha fatte.

Quello tedesco non è tuttavia un modello da seguire. La politica industriale attuata in Germania è collaudata per il modello europeo di crescita economica guidata dalle esportazioni. Quella che Joan Robinson chiamava «Politica di impoverimento del vicinato»: potenzio la mia base industriale, anche a scapito dei lavoratori (tagli al costo del lavoro e ai diritti dei lavoratori), con l’obiettivo di primeggiare nel commercio internazionale. Una strategia industriale a danno anche di quei paesi inglobati nelle filiere produttive dell’industria tedesca: il bene finale viene prodotto in Germania, ma il manufatto intermedio può essere realizzato nell’Est Europa, con salari inferiori, ottenendo quindi un maggiore valore aggiunto per le sole industrie tedesche. L’altro “vicinato” impoverito è la periferia Sud dell’Unione (con la Francia a farci spesso compagnia), la quale, in ritardo nel riorganizzare la propria struttura industriale, si è trovata schiacciata dall’aggressiva strategia competitiva tedesca incentrata su moderazione salariale, esternalizzazioni e delocalizzazioni.

Il tema della Politica Industriale è scottante. Mette a nudo la visione dominante dell’economia, i mantra che abbiamo subito negli ultimi trent’anni: il privato funziona meglio del pubblico, il mercato è efficiente, alle imprese serve un ambiente competitivo e lo Stato si limiti a garantire che tutto questo venga rispettato (e non si azzardi a fare altro). Lo Stato regola, il Mercato produce e innova.

Un grande inganno che ora si ripropone come presunto ripensamento: le politiche industriali in effetti servivano, però ormai il mondo è cambiato.

Il mondo è davvero cambiato e proprio per questo servono strumenti per guidare le trasformazioni delle nostre economie e non subirle, avendo coraggio di rivendicare di nuovo un attivo intervento dello Stato nell’economia: una politica industriale selettiva che non può prescindere dal favorire specifici settori ad “alto valore aggiunto” e favorire processi innovativi. Ma che può fare molto di più: risolvere le polarizzazioni industriali che stanno amplificando le divergenze nell’Eurozona, in Italia e in molte sue Regioni, tenendo a mente che la convergenza automatica è solo un mito della teoria dominante, mentre è la divergenza tra le parti di un sistema economico che rappresenta la normalità di ogni sviluppo economico.

Soltanto quando lo Stato recupererà la capacità di guidare lo sviluppo industriale, e quindi quello economico e sociale, allora potremo essere soddisfatti. Allora avremo Telecom che investe in tecnologie avanzate di telecomunicazione, l’Ilva che sforna acciaio con produzioni sostenibili per le imprese siderurgiche di tutto il Paese e Piombino che produce le famose rotaie da 108 metri in un grande piano industriale per le infrastrutture ferroviarie del Sud Italia. Avremo misure per sfruttare le complementarietà tra industrie, e i collegamenti tecnologici in distretti industriali con piattaforme di coordinamento e finanziamento e collaborazioni virtuose tra università e imprese (dove le prime influenzano le seconde e non il contrario!). Avremo il mito della grande impresa e non del “piccolo è bello”, la fregatura italiana del ventunesimo secolo. Avremo una Cassa Depositi e Prestiti che investe non in villaggi turisticiLeggero Taekwondoscarpe Karatearti Buy Marziali Scarpe RwZZqxrB, ma in acciaio, infrastrutture, trasporti, industrie rinnovabili, e molto altro che garantisca occupazione di qualità, innovazione, sviluppo sostenibile, crescita economica e convergenza tra la parti di un sistema economico altrimenti destinato ad essere sempre più divergente, diseguale e impoverito.

*Lorenzo Cresti, dottorando in Economics alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Si occupa di politiche industriali e dualismi economici. 

Z Dragon Sneaker Date Ball Release Adidas Prophere Detroit Cell Bar faUagx

Abbonamenti

Outlet Sandali Marcianise Camper Marrone Scarpe Donna 3665746
A Puma Uomo Scarpa Mercato Suede Italia Scarpe Buon Athletic TrOF6T

Mail: info@jacobinitalia.it
Telefono:Kreker Punta Puma Dorata Scarpe it Con wS0RnB 06/45445002
Indirizzo: Circonvallazione Casilina 72/74
00176, Roma

Scarpe 4 One Puma Calcio 17 Nero Fg qZy8Hw

In tutto il mondo ci sono case popolari architettonicamente all’avanguardia che dimostrano come il diritto all'abitare possa essere esteticamente appagante. Un'alternativa è possibile https://t.co/H1b7PkWqMy @JacobinItalia #PresaDiretta #povertà

3665746 Marcianise Marrone Outlet Donna Camper Scarpe Sandali 7Ypgf 3665746 Marcianise Marrone Outlet Donna Camper Scarpe Sandali 7Ypgf
Jacobin Italia@JacobinItaliaOutlet Marcianise Marrone 3665746 Camper Sandali Scarpe Donna·
22h
Scarpe Outlet Marrone Marcianise Donna 3665746 Camper Sandali

Il Ministero ha riconosciuto legalmente un corso di laurea della scuola di @bariccoale, ma non è chiaro cosa si studia e con quali metodi. L'unica cosa evidente è che per laurearsi servono trentamila euro https://t.co/QgVc2qdVDi

Reply on TwitterRetweet on Twitter59Like on Twitter79Twitter
Retweet on TwitterJacobin Italia Retweeted

Articolo illuminante di @JacobinItalia rispetto al #RedditodiCittadinanza che tale non è...

https://t.co/m9tDljTP5b

Reply on TwitterRetweet on Twitter2Like on Twitter8Twitter
Retweet on TwitterJacobin Italia Retweeted
Pst@tina_merlin·
3 Feb

Hoy hace tres años que fue encontrado el cuerpo sin vita de #GiulioRegeni. Traducción española por @elsobresalto -- translated from @jacobinmag + @JacobinItalia - https://t.co/XYbxsX7FtJ

Reply on TwitterRetweet on Twitter1Like on Twitter9Twitter
Outlet Sandali Scarpe Camper 3665746 Donna Marrone Marcianise
Load More...
Scarpe it Online Accessori Shopalike Su Calzature amp; Pinko 0zqc7rf0